10/04/2008

 
 
 
 
 

Salmo 136

Grande litania di ringraziamento

 

Alleluia

Lodate il Signore perché è buono:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Lodate il Dio degli dei:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Lodate il Signore dei signori:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Egli solo ha compiuto meraviglie:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Ha creato i cieli con sapienza:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Ha stabilito la terra sulle acque:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Ha fatto i grandi luminari:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Il sole per regolare il giorno:
perché eterna è la Sua Misericordia;
la luna e le stelle per regolare la notte:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Percosse l’Egitto nei suoi primogeniti:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Da loro liberò Israele:
perché eterna è la Sua Misericordia;
con mano potente e braccio teso:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Divise il mar Rosso in due parti:
perché eterna è la Sua Misericordia.
In mezzo fece passare Israele:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Travolse il faraone e il suo esercito nel mar Rosso:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Guidò il suo popolo nel deserto:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Percosse grandi sovrani
perché eterna è la Sua Misericordia;
uccise re potenti:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Seon, re degli Amorrei:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Og, re di Basan:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Diede in eredità il loro paese;
perché eterna è la Sua Misericordia;
in eredità a Israele Suo servo:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Nella nostra umiliazione si è ricordato di noi:
perché eterna è la Sua Misericordia;
ci ha liberati dai nostri nemici:
perché eterna è la Sua Misericordia.
Egli dà il cibo ad ogni vivente:
perché eterna è la Sua Misericordia.

Lodate il Dio del cielo:
perché eterna è la Sua Misericordia.

 

 

Quello che siamo oggi, come persone, come Province, come Congregazione, è il segno visibile di una lunga storia di misericordia.

La ricordiamo, la riportiamo al cuore, non per rimpiangere o celebrare il passato, ma per lasciare che la grazia ricevuta nel tempo e recuperata dalla memoria possa, oggi, dare i suoi frutti abbondanti.

È lo stesso Dio che ha compiuto meraviglie per il popolo d’Israele che, continuando la Sua opera di misericordia nella vita di Paola, ci raggiunge oggi con la Sua grazia.

 

 

“È un anno di grazia del Signore che vuole concretizzare nella nostra vita l’OGGI della salvezza”. (Lettera Annuale 2008)
 

“Ringraziamo pertanto, tutte unite, il Signore per le grazie che fa a tutto l’Istituto, e preghiamolo a volergliene sempre aumentare per la sola sua maggior gloria”. (Lett. 346, 6)

 

“Siccome l’Istituto non è stato stabilito con dei mezzi umani, perciò non può essere né conservato né aiutato per essi, ma per la sola grazia onnipotente di N.S. Gesù Cristo. Adunque unicamente in lui bisogna mettere la nostra confidenza, e sperare ch’egli conserverà, perfezionerà un’opera che si è degnato cominciare per la sua maggior gloria”. (Cost. del 1851, pag. 109, n. 1)

 

Fedeli alla stessa grazia, in continuità con l’opera iniziata da Dio nella Madre Fondatrice e approvata dalla Chiesa – come Congregazione di Diritto Pontificio – il 22 agosto 1855, siamo responsabili di mantenerla viva nelle nuove condizioni che la storia ci viene indicando. (Preambolo delle Cost. della Congr. delle Suore di Santa Dorotea della Frassinetti)

 

 

“Entrare nella profondità della spiritualità di Paola Frassinetti e riscoprirla a partire dalla sua forte esperienza di Dio in Gesù Cristo é qualcosa che entusiasma e si fa invito a:

 

ü    contemplarla con occhi riconoscenti, lasciandoci nuovamente prendere dall’attrattiva dell’ideale che un giorno concreto della nostra vita siamo state chiamate a seguire

ü    mettere sempre più a disposizione di chi lo desidera la ricchezza spirituale che ci è stata lasciata

Questo duplice invito si fa chiamata alla “fedeltà creativa” (V.C. 37), a incarnare nell’oggi della Storia quello che Paola con le sue prime compagne ha vissuto nel suo tempo. Solo così il Carisma con cui lo Spirito la arricchì e arricchì la Chiesa continuerà ad essere profezia per il nostro mondo. (Documento di Spiritualità p. 8)

ü    L’ autenticità della nostra orazione si prova nella vita. (Cost. 40)

Nella Storia della mia Provincia, della mia comunità, della mia missione e nella mia storia personale quali sono i segni dell’amore e della misericordia di Dio?

powered by DOMUSMEDIA ę | All rights reserved