2007-07/08: Chiamate, come Paola...

 

 
 

Paola, totalmente aperta all’azione dello Spirito e attenta alla realtà del suo tempo, di “deplorabile trascuratezza” nel campo educativo, in particolare della donna, accoglie con entusiasmo la chiamata a partecipare alla missione di Gesù Cristo attraverso l’educazione, e a questa si dedica con impegno e creatività, secondo uno stile suo: per la via del cuore e dell’amore.

 

La via del cuore e dell’amore è la pedagogia che Paola desidera si segua con tutti, con un unico fine: guadagnare i cuori e orientarli totalmente a Colui dal quale furono creati.

 

Benché il suo cuore universale, la [sua] carità e zelo per le anime abbracci tutti senza distinzione” (Cost. 1851, 38)  e, come S. Paolo “desideri farsi tutta a tutti per tutti guadagnare a Gesù Cristo” (Cost. 1851, 108), “l’amore del quale abbraccia tutti gli uomini” (Cost. 1851, 109), senza dubbio Paola manifesta apertamente e raccomanda una inclinazione particolare per le persone più sfortunate.

 

La meta finale dell’azione educativa di Paola non si esaurisce nella dimensione personale, nel fare il maggior bene possibile alle persone e a quanti più può… il suo orizzonte va ben oltre, la sua aspirazione più profonda è collaborare con Gesù per riformare il mondo e ricondurlo alla vera vita, e preparare apostoli con questo fine.

 

Gesù è venuto ad annunciare la BUONA NOTIZIA che è possibile trasformare il mondo secondo il Cuore di Dio. Egli stesso è l’UOMO NUOVO che vive e proclama i valori del Regno...

 

Come Paola, siamo chiamate a vivere, con Cristo, la passione per il Regno, mettendo al suo servizio tutti i doni della nostra vocazione di donna, ed essere così profezia per il nostro mondo senza Speranza.

 

Vivere e testimoniare il Regno esige identificarsi con i criteri dell’agire di Gesù, contrari alla corrente del mondo che esalta, sopra tutto, il sapere, l’avere, il potere. Gesù realizza la sua missione come servizio, la cui efficacia viene dal Padre e passa attraverso il mistero pasquale.

 

Paola, attenta alla voce di Dio ed alle urgenze del suo tempo, accoglie con entusiasmo la chiamata a partecipare alla costruzione del Regno con Gesù Cristo, attraverso la Missione Educativa.

 

L’Educazione continua ad essere un’urgenza ed una grande potenzialità per l’Evangelizzazione poiché, oggi più che mai, è urgente aiutare la persona a scoprire che è amata da Dio e a credere in questo amore, perché possa crescere fino alla pienezza della maturità in Cristo (cfr. Cost. 26) e contribuire alla trasformazione del mondo.

 

La nostra missione ha un carattere di universalità che ci porta ad esercitarla in diverse parti del mondo, in par-ticolare dove le urgenze sono maggiori, cosa che ci dà la possibilità di entrare in comunione con diverse forme di cultura. Ciò esige che si abbia un cuore aperto e universale, misericordioso e con attenzione prioritaria verso gli esclusi di oggi, umile e capace di ascolto ma, allo stesso tempo, creativo, per inculturare il Vangelo con la “fantasia della carità”. (R. C. 36)
 
(Documento di Spiritualità 83-96)
 
powered by DOMUSMEDIA ę | All rights reserved